lunedì 28 maggio 2018

Nina Moric, confessione a Domenica Live: «Corona non può insultare la madre di suo figlio»

«La vita è un dono prezioso. Le persone si evolvono, cercano di imparare dai loro stessi errori. Sto cercando di fare così e di migliorare me stessa».
Nina Moric a Domenica Live parla del rapporto con Luigi Favoloso e della presunta crisi che, stando a quanto dichiarato da Favoloso, sarebbe iniziata già prima del suo ingresso nella Casa del Grande Fratello.
«Non la chiamerei crisi», dice Nina Moric, che però poi fa un passo indietro e risponde ad alcune accuse.
«La gente si sofferma all’apparenza di Nina Moric, hanno detto “non si regge in piedi, va aiutata”, io non devo essere aiutata, non sono fragile, altrimenti non sarei qui, sono una donna fortissima, con tutte le cose che ho passato nella vita io sono ancora in piedi. Io sono l’esempio di una donna che ce l’ha fatta e ce la farà sempre ad alzarsi in piedi».
Il riferimento è anche a Cristiano Malgioglio che aveva detto che la Moric aveva bisogno di aiuto: «Chiedo scusa a Cristiano perché ho alzato i toni».
Il tema però rimane e la Moric ci tiene a chiarirlo.
«Io sono una donna con le spalle larghe e non c’è nessuno a questo mondo che mi possa mettere i piedi in testa. Sono una madre, sono una donna e merito rispetto. Mi rialzo sempre, non smetterò mai di farlo, so quanto valgo. Quelli che giudicano sempre dai social sono i primi che vanno aiutati perché giudicare è la cosa più facile del mondo. Io non sono qui per cambiare le opinioni degli altri. Io so chi sono: sono una donna e una madre e voglio mi sia portato rispetto».




Non mancano risposte a chi ha detto che è stata strumentalizzata quando è entrata nella Casa.
«Non sono stata strumentalizzata, ho chiesto io di entrare».
Parole importanti per Fabrizio Corona e per il figlio in comune.
«Per l’amore di quel piccolo angelo, chiedo al padre di non andare in televisione a insultare la madre di suo figlio. Io sono legata a Fabrizio, non rinnego nulla, rifarei tutto, perché dal nostro rapporto è nato quella meraviglia di nostro figlio».
A Nina Moric è stato tolto l’affidamento del figlio.
«Io ancora non so perché. I giudici non sono stati in grado di spiegarmi perché non posso stare con mio figlio».
Dal dolore per il figlio si passa poi al rapporto con Luigi Favoloso.
«L’amore si può definire in mille modi. Io credo che più che altro dobbiamo trovare una nostra serenità se vogliamo veramente andare avanti. Io vado oltre, sono andata oltre l’accaduto. Se saranno rose fioriranno».
Vuole dire qualcosa a Luigi?
«Non credo abbia bisogno di consigli, è grande e vaccinato deve fare della sua vita quello che vuole. Gli auguro che pensi a se stesso e alla sua felicità, non alla mia».