domenica 19 gennaio 2020

Noemi Letizia e i tempi da 'papi girl': «Chiusa in casa per mesi, non uscivo e non mangiavo»



In attesa di comparire in tv con il reality The real housewives di Napoli, in onda su Real Time, Noemi Letizia è stata intervistata dal settimanale Oggi ed è tornata sul caso che la vide protagonista, tanti anni fa, di quella chiacchierata amicizia con Silvio Berlusconi, all’epoca presidente del Consiglio.

Fece tanto parlare infatti in Italia la partecipazione dello stesso Berlusconi alla sua festa di 18 anni a Casoria: un’amicizia che il Cavaliere giustificò con una vecchia conoscenza col papà, ma mai chiarita del tutto. Da lì iniziò poi il calvario giudiziario del proprietario di Fininvest, con il caso Ruby che esplose di lì a pochi mesi. «Ho trascorso diversi mesi chiusa in casa, senza uscire e senza mangiare», ricorda la ex "papi girl" Noemi, all’epoca poco più di una ragazzina.





«Non volevo vedere gente perché non mi fidavo di nessuno. L’unica cosa che riuscivo a fare era piangere, volevo morire, sparire per sempre, farla finita», racconta a Oggi. «Ho subìto un bullismo mediatico che non auguro nemmeno al mio peggior nemico. Anoressia, depressione, annegavo nel dolore». A salvarla, il marito Vittorio Romano, padre dei suoi figli: e ora la rinascita, con il reality. «Voglio mostrare a tutti chi sono veramente, per troppo tempo ho seguito un copione scritto da altri».